Tulum: sole, mare e mojito

Tulum: sole, mare e mojito

Dopo una settimana passata tra montagne, villaggi sperduti e popoli indigeni arrivare a Tulum è un ritorno alla modernità. Spiaggia bianche, mare cristallino e cabanas sulla spiaggia sono la combinazione perfetta per ricaricare le pile e rilassarsi, il tutto accompagnato da un mojito speciale.

Dormire in riva al mare

La prima cosa che abbiamo fatto è raggiungere in taxi la zona di Playa Paradiso, già il nome la dice lunga. 🙂 

Dopo aver girato quasi tutte le strutture, alcune avevano dei prezzi veramente folli, siamo arrivati alla nostra sistemazione, le cabanas dell’ Hotel & Cabañas Zazil Kin Tulum. Vere e proprie capanne in muratura o legno con  tetti di paglia. Le nostre avevano solo un letto con una zanzariera e un piccolo mobiletto. Niente luce, niente prese di corrente, niente bagno.  8-O. Cosa le rendeva speciali allora?

La loro posizione. Erano talmente vicine al mare che sdraiata sul letto potevi sentire il rumore delle onde che si rompevano sulla battigia. La notte quando il sonno tardava ad arrivare, potevi uscire, sdraiarti sulla spiaggia ed ammirare il cielo. Le stelle, lontane dalle luci della città, riescono a brillare con tutta la loro forza e sono davvero bellissime. Mentre stavo lì a guardarle pensavo solo che un cielo così non l’avevo mai visto. Ancora oggi rimane una delle cose più belle del viaggio in Messico, tanto da farmi dimenticare che non avendo il bagno in camera, la notte toccava uscire al buio con una torcia e camminare fino ai bagni comuni. Chi ama il campeggio non ci vedrà niente di particolare ma per una che fino a quel momento partiva con minimo 20 kg di valigia era tutto nuovo. 

Cosa fare a Tulum:

Siamo rimasti a Tulum qualche giorno, per ricaricare le pile e goderci un po’ di mare dei Caraibi. Tra le cose da fare vi segnalo quelle per me più meritevoli:

1. Sito archeologico di Cobà a circa 44 km da Tulum, raggiungibile in taxi o bus, merita perdere qualche ora per visitarlo.  Il Parco è davvero grande ma potete comodamente noleggiare le bicilette all’ingresso in modo da godervi i tragitti e stancarvi meno. Conservate le energie per una bella arrampicata. 😛

La piramide di Nochoch Mul è una delle costruzioni più belle del sito, con i suoi 42 metri di altezza vi regalerà una vista sulla foresta davvero suggestiva. Arrivati in cima non vedrete nient’altro che un orizzonte di chiome verdi. Davvero magnifico.

Arrampicarsi sulla piramide è abbastanza impegnativo, i gradoni non sono tutti uguali e anche se a primo impatto non sembra, è davvero ripida.  Io che non ho paura dell’altezza al momento della discesa mi sono bloccata a metà non sapendo da dove passare! 🙂 Poi con calma, facendo dei bei respiri e procedendo a zig zag sono riuscita a scendere.

Vista dall'alto di Cobà
Ph. Marco Del Cima

2. Le Rovine Maya all’interno del Parco Nazionale di Tulum dove si possono visitare i resti dei palazzi antichi e fare il bagno nella spiaggia sotto il sito, che si si affaccia proprio sul mare. Unico neo tantissimi turisti!

3. Fatevi un bagno in un Cenote. Non sarà difficile  nei dintorni di Tulum trovare il cartello per Dos Ojos , seguite le indicazioni e raggiungete queste grotte calcaree sotterranee. Potrete fare snorkling in acque chiarissime circondato da stalattiti e stalagmiti.

Cenote significa “acqua sacra”, non è un caso che questi luoghi fossero una sorta di porta sacra in cui i Maya eseguivano sacrifici umani in nome degli dei. Infatti nelle vicinanze delle grotte troverete edifici adibiti al culto. Per maggiori informazioni storiche potete visitare questo sito!

4. Playa Paradiso è una spiaggia lunghissima di sabbia bianca dove potete rilassarvi e godervi il sole. Sempre che qualche nuvola non venga a disturbarvi. : ) 

5. Bere un Mohjito alla Trattoria Del Mar, un locale davvero carino (che spero ci sia sempre), colorato e caratteristico dove potrete bere un mojito particola perchè  i proprietari hanno una macchina che spreme la canna da zucchero.  Locale carino per una serata in allegria tra un cocktail e qualche tortialias.

Ricordate quando dicevo che la prima cosa che abbiamo fatto è andare a Playa Paradiso? Bene, la seconda invece è stata cercare una lavanderia a gettoni per lavare OGNI VESTITO! Scoprite perchè nel prossimo articolo…

Vivo a Viareggio, respiro aria di mare e amo la mia Toscana. Cucino per le persone a cui voglio bene e scappo in viaggio ogni volta che posso. Amo i cani e le persone sorridenti.

3 thoughts on “Tulum: sole, mare e mojito

  1. Un sogno! Qui da me fa freddo e piove, leggere il tuo articolo mi ha riscaldato l’anima! E soprattutto mi è venuta voglia di fare un viaggio in Messico!!!

  2. E noo.. mi lasci così, con il gettone della lavanderia in mano? sono curiosissima… comunque Tulum e Playa Paradiso sono molto belle. Immagino la gioia di avere un posto dove rilassarsi dopo scarpinate in mezzo alla foresta! Sarà, ma io adoro questi viaggi, selvaggio da una parte e un po’ di paradiso dall’altra.

  3. Così non vale però! Stamattina ci siamo alzati con sei gradi sotto zero, gelo per le strade . Arrivo qui e sogno spiagge, caldo e … mojito.
    Grazie per avermi sollevato il morale con questo post su Tulum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top